Ubuntu 11.04 Finale Disponibile Al Download

PastedGraphic1-2011-05-1-08-16.jpg

Avverto che dal 28/04/2011 è stata rilasciata la versione finale di ubuntu 11.04 ed è possibile scaricarla in italiano da [questo link] ed ecco i cambiamnti:

  • Kernel: con lo scopo di aumentare performance e stabilità del suo sistema operativo, Canonical ha deciso di implementare nel nuovo Ubuntu il kernel Linux 2.6.38, anche conosciuto come patch miracolosa per il suo ottimo impatto sulle performance generali dell’OS.
  • Ambiente desktop: Unity è sicuramente la novità più evidente di Natty Narwhal. Come vi abbiamo detto in altre circostanze, va a sostituire parzialmente la shell di GNOME con una nuova sidebar laterale con le icone dei propri programmi preferiti e le applicazioni e una barra di sistema in stile Mac (con i menu dei programmi aperti). Per vedere Unity in azione, fate pure riferimento al nostro post dedicati alle principali novità dell’interfaccia Unity. Per imparare ad usare con maestria la nuova UI, vi consigliamo invece di fare un salto sul sito “OMG! Ubuntu!” che ha pubblicato una super-guida ad Unity davvero imperdibile per ogni geek. Ai nostalgici, il consiglio è quello di non abbandonare Ubuntu ma di scoprire come disabilitare Unity e usare Gnome.

  • LibreOffice: come ormai ben saprete, il team di Ubuntu ha deciso di sostituire OpenOffice con LibreOffice dopo che le discutibili politiche di Oracle hanno portato alcuni sviluppatori a distaccarsi dal progetto originale e a creare una nuova suite per l’ufficio “veramente libera”.

  • Browser: come ovvio che sia, in Ubuntu 11.04 è stato integrato Firefox 4, l’ultima versione del browser di casa Mozilla, che evidentemente è ancora preferito a Chrome.

  • Notifiche Push: Thunderbird è stato adottato come client predefinito per le notifiche push delle e-mail. Mancano ancora il calendario, il supporto a Exchange e l’integrazione con la nuova barra delle applicazioni AppMenu.

  • Player Musicale: come da noi auspicato in tempi non sospetti, Banshee è diventato il player musicale predefinito di Ubuntu al posto di Rhythmbox. Il programma supporta video, servizi online come Amazon MP3 e Last.FM e tutto quello che si potrebbe desiderare da un player multimediale a 360 gradi.

  • Ubuntu Software Center: l’App Store di Ubuntu (anche se molti rabbrividiranno a sentirlo chiamare così) si arricchisce con il rating delle applicazioni e la possibilità di provare le applicazioni prima di scaricarle e installarle (funzione non disponibile per tutti i programmi).

  • Ubuntu One: Ubuntu 11.04 integra la nuova dashboard di Ubuntu One, il servizio cloud con 2GB di spazio gratis per salvare e sincronizzare contatti, note, segnalibri e qualsiasi altro tipo di dato in Rete.

  • 2D: in Natty Narwhal c’è anche un’interfaccia 2D in Qt/Qml per una maggiore compatibilità con le schede grafiche meno potenti.

Condividi Commenti